guida circoli arci bologna 2019/2020

Illustrazione per la Guida ai Circoli di Arci Bologna 2019/2020

Con l’avvicinarsi del 100° anniversario della nascita di Gianni Rodari abbiamo scelto di utilizzare le sue parole, interpretate dall’illustrazione di Mattia Moro, per accompagnare il nuovo anno di attività di Arci Bologna e dei 130 circoli affiliati. Una frase che sembra fotografare la situazione politica e culturale attuale, sempre più dominata da eccessi e bugie, da una ricerca del consenso a ogni costo, da condottieri e capitani disastrosi. Una battaglia non solo verbale, perché a pagarne le spese sono stati ancora una volta i più deboli.

In questi anni, infatti, abbiamo visto linguaggi e politiche razziste diventare egemoni nel dibattito pubblico, arrivando a conquistare anche luoghi, spazi e persone che sembravano immuni alle campagne di odio, alle false promesse, alla semplificazione dei problemi. Abbiamo visto aumentare le diseguaglianze, con crescenti fasce della popolazione che si sono ritrovate senza strumenti per affrontare e costruirsi un futuro che fosse perlomeno dignitoso.

Il lavoro, la scuola, la casa, l’ambiente, il welfare, il contrasto alle discriminazioni dovrebbero rientrare a far parte del vocabolario di chi sceglie di stare dalla parte di chi, in questi anni, una voce non l’ha avuta. Siamo consapevoli, però, che il nostro mondo, quello dei circoli e delle associazioni, dei movimenti culturali e politici, rappresenta una vera e propria malattia nel paese della bugia. Ed è da questa consapevolezza che bisogna provare a ripartire per scrivere una nuova grammatica dell’impegno.

Bisogna mettersi in gioco per infettare di verità le nostre comunità, diventare una malattia virale, contagiare le persone attraverso la cultura, lo stare insieme, immaginando pratiche e disegnando risposte collettive ai problemi che viviamo nelle nostre città.

Per noi l’Arci significa tutto questo: fatevi contagiare.